UN bocchino in spiaggia

Cari Amci del web sono Giorgio il cornuto di Elisa.
Voglio raccontarvi di una memorabile vacanza in Sardegna vissuta da me e mia moglie Elisa circa dieci anni fa.
Ci trovavamo esattamente a Chia, una bellissima spiaggia del sud Sardegna. Mia moglie Elisa, bella donna autoritaria e dagli impulsi sessuali molto forti soffre tantissimo se per qualche periodo non fa sesso.
Con me non ne fa, dato il mio cazzetto dieci centimetri appena in erezione, mi considera inadeguato per le sue esigenze. In Sardegna quel posto, (Chia), era bellissimo. Il clima stupendo, la spiaggia di smeraldo, il mangiare ottimo e la gente cordialissima. Tutto bello insomma. Mancava solo qualcuno da fare sesso.
Eravamo li da qualche giorno è nulla era successo. Questo la rendeva nervosa.
Di questo si parlava una sera mentre passeggiavamo sulla spiaggia, mi esortava a trovare qualcuno che la potesse scopare. Fortuna volle che mentre si parlava da dietro un cespuglio notammo un uomo che con in mano un grosso cazzo si stava segando. Mia moglie a quella visione rimase folgorata, corse verso quell'uomo, le spostò la mano dal cazzo e la sostituì con la sua bocca. Appena qualche minuto e l'uomo le sborrò abbondantemente in bocca. Fece cenno a me di avvicinarmi, mi baciò in bocca travasandomi dentro la mia quell'abbondante sborrata.
Mia moglie poi baciò l'uomo chiedendole se era disposto a venire in camera con noi, cosa che accettò con molto entusiasmo. L'uomo, Carlo di nome, la scopò per tutta la notte, rivelandosi un vero toro.
Da quel momento cominciarono le vacanze che lei desiderava. La mattina spiaggia, pranzo, il pomeriggio in camera a scopare con Carlo. La sera non scendeva neppure a cena se la faceva servire in servire la cena in camera per non mollare il suo toro.
Io cornuto e ignorato relegato in un angolo mi segavo gustosamente, mentre loro scopavano e mi umiliavano.
Questo sono state le mie vacanze da cornuto in Sardegna. La spiaggia di Chia, quasi non la ricordo, ricordo molto bene le tante seghe da cornuto. Giorgio.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!